Como Città Creativa: il ruolo fondamentale dell’arte della seta

L’industria tessile è da sempre un elemento distintivo per la città di Como, ora rinforzata dal binomio sostenibilità e innovazione 

Lunedì 8 Novembre 2021 la città di Como ha ottenuto il riconoscimento di Città Creativa Unesco, nel quale hanno giocato un ruolo determinante l’industria tessile e l’arte della seta.

Fin dalla creazione del marchio si è voluta sottolineare l’importanza dell’industria tessile, infatti la sovrapposizione di linee rimanda all’intreccio di fili che compongono un tessuto. Il marchio è stato pensato anche per diventare un possibile segno distintivo di un’etichetta di prodotti tessili.

Storicamente l’industria tessile e l’artigianato hanno determinato lo sviluppo economico del territorio e l’affermazione del paesaggio, tanto da rendere Como la “Textile Valley italiana”. Il 70% della seta europea viene prodotta nel distretto tessile di Como, il quale occupa 15.515 persone e conta 1.376 aziende. Como si impegna a mettere al centro la Cultura del Fare e il lavoro dell’artigiano, combinando tradizione e sviluppo.

I valori sostenibilità e innovazione vanno di pari passo nello sviluppo del settore tessile: le nuove tecnologie fanno da rinforzo e ampliamento all’ecosostenibilità del tessile e della seta, aspetto che, da sempre, la città di Como ha a cuore. Inoltre le aziende del territorio sostengono i progetti “Zero Discharge of Hazardous Chemicals” e “Detox”, quest’ultimo promosso da Greenpeace.

Per quel che riguarda l’innovazione, le più moderne tecnologie sono state integrate sia nelle fasi manifatturiere di tintura, stampa, tessitura e finissaggio, sia nella concezione creativa, tramite supporti informatici. L’impiego di telai elettronici e la stampa digitale permettono risultati sempre più eccellenti e all’avanguardia, grazie anche alle capacità di adattamento degli operai.

Questi due elementi, insieme agli altri valori che caratterizzano e contraddistinguono la città di Como, si ritrovano anche nel video-trailer “10 +1 fattori chiave” dedicato alla Candidatura UNESCO (https://youtu.be/l5o3wXYhJrc )

  1. Eredità culturale
  2. Inclusione e resilienza
  3. Sostenibilità
  4. Cooperazione internazionale
  5. Educazione e ricerca
  6. Innovazione
  7. Clean energy challenge
  8. Consapevolezza
  9. Identità
  10. Rispetto
  11. creatività

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *